Chatbot: usi e costumi | Giovanni Pennucci - Web Specialist
CercaChiudi

Cerca

Chatbot: usi e costumi

A chi non è mai capitato di imbattersi in un chatbot nel momento di provare a comunicare con un’azienda in un canale social? Posso dire con sicurezza a nessuno, o perlomeno a pochissimi.

Bot, chatbot, assistenti virtuali: in questo periodo ne sentiamo parlare spesso, soprattutto per la comodità d’utilizzo e i vantaggi che possono portare alle aziende. Ma molti sono ancora i dubbi e le curiosità sull’argomento. I più diffusi riguardano il loro funzionamento e la scelta del chatbot migliore per la propria attività.
In questo articolo rispondiamo alle cinque domande più frequenti sull’argomento. Andiamo!

Cosa sono i chatbot?

I chatbot sono software predisposti per rispondere alle richieste degli utenti e simulare una conversazione reale come un interlocutore umano.
Il compito di un chatbot è quello di fornire risposte rapide ed esaurienti alle domande degli utenti, in qualsiasi momento della giornata e senza l’intervento di un operatore umano (che può essere in ogni caso richiesto e/o intervenire).
I chatbot, infatti, sostituiscono la persona incaricata di rispondere, intrattenendo l’utente che arriva sul sito o sulla piattaforma su cui sono stati installati.
Hanno il compito di fornirgli tutte le informazioni di cui ha bisogno, dalle richieste più semplici come foto, link e orari, a quelle più avanzate come l’acquisto di un prodotto o la richiesta di un preventivo.

Alcuni esempi di chatbot

Siri, Cortana e Google Now, rispettivamente gli assistenti vocali di Apple, Microsoft e Google, che interagiscono con gli utenti sia testualmente che vocalmente e possono eseguire ricerche su internet, programmare eventi e regolare le impostazioni del dispositivo su cui si trovano
I chatbot di Telegram, che forniscono foto, video e altre informazioni agli utenti della chat
I chatbot di Facebook Messenger, permettono alle pagine Facebook di rispondere in modo rapido ed automatico agli utenti della piattaforma di messaggistica istantanea

Come funziona un chatbot?

Il chatbot è un sistema online basato sull’AI e sull’apprendimento automatico: a livello pratico, tramite algoritmi e funzioni, capisce ciò che l’utente scrive in chat e risponde nel modo più pertinente possibile.
Se i chatbot più semplici interpretano le parole chiave inserite dagli utenti in chat e rispondono di conseguenza, collegando i termini degli utenti alle informazioni insegnate dagli operatori umani, i chatbot più avanzati riescono ad apprendere autonomamente il linguaggio degli utenti, così come il loro stato d’animo, e a rispondere efficacemente alle loro richieste – anche a domande mai viste prima.

Prendiamo come esempio il chatbot di Facebook Messenger: una volta associato il bot alla pagina, questo intercetterà tutti i messaggi privati inviati dagli utenti alla pagina e risponderà in modo automatico in base alle impostazioni predefinite, evolvendosi dopo ogni interazione.

LASCIA UN COMMENTO